Luca Bardolla Trading School™

📖 Indicatori ed oscillatori

Gli indicatori sono interpretazioni matematiche di cosa sta facendo il prezzo.

L’utilizzo primo di un indicatore è quello di misurare una caratteristica specifica del prezzo.

L’informazione assume un valore numerico e ne viene analizzato l’andamento nel tempo. Condensando in un unico strumento più informazioni si semplifica l’attività di analisi e il processo decisionale con cui fare le operazioni.

L’utilizzo di indicatori è molto comune nelle strategie di trading, molte persone quando approcciano il trading dimenticano le basi di cosa sia un indicatore e, di conseguenza, sbagliano nell’utilizzarlo e prendendo decisioni sbagliate.

Ogni indicatore fornisce informazioni specifiche riguardanti il prezzo.

Scegli sempre con cura il tipo di indicatori da utilizzare, ricorda sempre di carpirne l’essenza e di utilizzarlo solo per quella che è la sua vera natura.

Utilizzare indicatori sbagliati nel trading è come misurare la velocità di una macchina con un termometro. Un termometro non può dirti quanto vai veloce e darti un valore che rispecchi la realtà. Un contachilometri è un indicatore di velocità, sarebbe utile utilizzarlo per misurare la temperatura del tuo salotto? Ovviamente no.

Quindi, come serve un contachilometri per misurare la velocità e un termometro per misurare la temperatura, nel trading esistono moltissimi indicatori. È importante quando usi gli indicatori scegliere in maniera corretta quali sono quelli opportuni da usare, dando un ordine e un’importanza ad ogni informazione ricevuta.

Gli indicatori si dividono principalmente in due categorie:

  • Gli indicatori di trend: come le medie mobili ad esempio, servono principalmente ad identificare e studiare il trend del prezzo
  • Gli oscillatori: sono generalmente indicatori di inversione, il cui scopo è quello di anticipare la futura direzione del prezzo.

Gli indicatori vengono posti di norma sopra al grafico, mentre gli oscillatori, essendo valori standardizzati su una scala, vengono riposti sotto al grafico.

Ci sentiamo nei prossimi articoli dove parleremo nello specifico di indicatori ed oscillatori vedendo anche come si utilizzano.

Al tuo successo!

Luca 🙂

Condividi il post sui tuoi social

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Riceverai i nuovi articoli e le notizie dalla scuola di trading