Luca Bardolla Trading School™

📖 Indici azionari : una guida completa

1. Introduzione e lista

Gli indici azionari sono un elemento fondamentale del mercato finanziario globale. Essi rappresentano una misura di sintesi delle performance delle azioni che compongono il mercato azionario e consentono agli investitori di valutare e confrontare l’andamento delle diverse aree geografiche e settoriali. In questo articolo, esploreremo una lista completa degli indici azionari, la loro composizione, come vengono creati e le loro principali caratteristiche.

Di seguito è riportata una lista degli indici azionari principali a livello mondiale. Tuttavia, è importante notare che esistono molti altri indici azionari specifici per settori, tematiche o strategie di investimento.

  1. Stati Uniti:
  • Dow Jones Industrial Average
  • S&P 500
  • NASDAQ Composite
  • Russell 2000
  • S&P MidCap 400
  1. Europa:
  • Euro Stoxx 50
  • FTSE 100 (Regno Unito)
  • DAX (Germania)
  • CAC 40 (Francia)
  • IBEX 35 (Spagna)
  • FTSE MIB (Italia)
  • AEX (Paesi Bassi)
  • OMX Stockholm 30 (Svezia)
  • OMX Copenhagen 25 (Danimarca)
  • OBX (Norvegia)
  • Swiss Market Index (Svizzera)
  • ATX (Austria)
  • BEL 20 (Belgio)
  • PSI 20 (Portogallo)
  • WIG 20 (Polonia)
  • MOEX Russia Index (Russia)
  1. Asia-Pacifico:
  • Nikkei 225 (Giappone)
  • TOPIX (Giappone)
  • Hang Seng (Hong Kong)
  • Shanghai Composite (Cina)
  • Shenzhen Composite (Cina)
  • CSI 300 (Cina)
  • Taiwan Weighted Index (Taiwan)
  • KOSPI (Corea del Sud)
  • S&P/ASX 200 (Australia)
  • NZX 50 (Nuova Zelanda)
  • Nifty 50 (India)
  • BSE Sensex (India)
  • Jakarta Composite Index (Indonesia)
  • FTSE Bursa Malaysia KLCI (Malesia)
  • Philippine Stock Exchange Index (Filippine)
  • Straits Times Index (Singapore)
  • SET Index (Thailandia)
  1. Medio Oriente e Africa:
  • Tadawul All Share Index (Arabia Saudita)
  • Borsa Istanbul 100 (Turchia)
  • TA-35 (Israele)
  • EGX 30 (Egitto)
  • FTSE/JSE Top 40 (Sudafrica)
  • Nigerian Stock Exchange All Share Index (Nigeria)
  • Nairobi All Share Index (Kenya)
  1. America Latina:
  • Bovespa (Brasile)
  • IPC (Messico)
  • Merval (Argentina)
  • IPSA (Cile)
  • COLCAP (Colombia)
  • S&P/BVL Peru General Index (Perù)
  1. Canada:
  • S&P/TSX Composite Index
  • S&P/TSX 60
  1. Composizione degli indici azionari

Gli indici azionari sono composti da un insieme di azioni selezionate in base a specifici criteri. Solitamente, gli indici includono le società più grandi e liquide del mercato azionario di riferimento. La composizione degli indici può variare a seconda delle metodologie adottate dagli enti che li gestiscono, come ad esempio Standard & Poor’s, MSCI, o FTSE Russell.

  1. Creazione degli indici azionari

Gli indici azionari vengono creati e gestiti da società specializzate, dette fornitori di indici, che ne stabiliscono la metodologia di calcolo e selezione delle componenti. La creazione di un indice azionario si basa su tre fasi principali:

a) Definizione dell’universo di investimento: il fornitore di indici stabilisce l’insieme delle società che potenzialmente potrebbero far parte dell’indice, in base a criteri come la capitalizzazione di mercato, la liquidità e la rilevanza geografica o settoriale.

b) Selezione delle componenti: il fornitore di indici seleziona le società che faranno parte dell’indice, applicando i criteri stabiliti nella fase precedente. Ad esempio, l’S&P 500 è composto dalle 500 maggiori società statunitensi per capitalizzazione di mercato.

c) Calcolo del valore dell’indice: infine, il fornitore di indici calcola il valore dell’indice in base al prezzo delle azioni che lo compongono e al loro peso all’interno dell’indice. I pesi delle componenti possono essere basati sulla capitalizzazione di mercato (peso proporzionale alla capitalizzazione) o su altri criteri, come ad esempio il prezzo delle azioni (come nel caso del Dow Jones Industrial Average).

  1. Caratteristiche degli indici azionari

Le principali caratteristiche degli indici azionari sono:

a) Rappresentatività: un indice azionario dovrebbe essere rappresentativo del mercato azionario o del segmento di mercato di riferimento, in modo da fornire un’indicazione accurata dell’andamento complessivo delle azioni che lo compongono.

b) Liquidità: le azioni incluse negli indici azionari dovrebbero essere facilmente negoziabili sul mercato, in modo da garantire che l’indice possa essere utilizzato come base per prodotti finanziari come fondi indicizzati e contratti derivati.

c) Aggiornamenti periodici: la composizione degli indici azionari viene solitamente rivista e aggiornata periodicamente (ad esempio, trimestralmente o annualmente) per tener conto delle variazioni nella capitalizzazione di mercato delle società, delle nuove emissioni di azioni o degli eventi societari (come fusioni e acquisizioni).

d) Diversificazione: un indice azionario dovrebbe offrire un’esposizione diversificata al mercato azionario o al segmento di mercato di riferimento, riducendo il rischio specifico legato alle singole società. Tuttavia, alcuni indici possono essere più concentrati in determinati settori o in poche società di grandi dimensioni, a seconda della metodologia adottata.

e) Benchmark: gli indici azionari sono spesso utilizzati come benchmark per valutare le performance dei portafogli di investimento o dei fondi comuni di investimento. Inoltre, essi costituiscono la base per la creazione di prodotti finanziari passivi, come fondi indicizzati (ETF) e certificati.

  1. Conclusioni

Gli indici azionari rappresentano uno strumento essenziale per gli investitori che desiderano seguire l’andamento del mercato azionario e comparare le performance delle diverse aree geografiche e settoriali. La comprensione della loro composizione, del processo di creazione e delle caratteristiche principali è fondamentale per utilizzarli correttamente nel contesto dell’analisi finanziaria e dell’allocazione del portafoglio.

In questo articolo abbiamo esaminato una lista completa degli indici azionari più noti, illustrato la loro composizione, come vengono creati e le loro caratteristiche principali. Tuttavia, è importante ricordare che esistono molti altri indici azionari specifici per settori, tematiche o strategie di investimento che possono essere utilizzati dagli investitori per diversificare ulteriormente il proprio portafoglio e perseguire obiettivi di investimento specifici.

Al tuo successo!

Condividi il post sui tuoi social

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Riceverai i nuovi articoli e le notizie dalla scuola di trading