Luca Bardolla Trading School™

📖 Trader ed investitore: la differenza

Due parole spesso scambiate tra di loro sono trader ed investitore.

Analizziamole nello specifico per vedere le differenze e somiglianze.

Investire e fare trading sono due metodi molto diversi di trarre profitto dai mercati finanziari.

Sia gli investitori che i trader cercano profitti attraverso operazioni di trading.

La differenza generale tra investitori e trader è che:

  • gli investitori cercano grandi rendimenti in periodo di tempo molto lungo, acquistando e mantenendo le proprie operazioni nel tempo
  • un trader sfrutta sia i mercati al rialzo, sia quelli al ribasso e li utilizza per entrare ed uscire da operazioni nel più breve possibile tempo possibile, cercando profitti piccoli e molto frequenti

Gli investitori cercano di costruire gradualmente la loro ricchezza ricchezza, facendolo nel tempo ed attraverso l’acquisto e la detenzione di un portafoglio di azioni, indici, ETF, obbligazioni e altri strumenti di investimento.

Gli investitori spesso aumentano i loro profitti combinando e reinvestindo i loro profitti in nuove azioni che generano dividendi aggiuntivi.

Lo operazioni degli investitori spesso vengono mantenute per anni, o addirittura decenni, sfruttando i vantaggi dati da:

  • interessi
  • dividendi
  • frazionamenti
  • rivalutazioni del mercato

Mentre i mercati inevitabilmente fluttuano, gli investitori “cavalcheranno” le tendenze al ribasso con l’aspettativa che i prezzi rimbalzeranno e che eventuali perdite alla fine verranno recuperate.

Gli investitori in genere sono più interessati ai fondamentali del mercato, come il rapporto prezzo/utili e le previsioni di gestione.

Il trading comporta invece transazioni più frequenti, come l’acquisto e la vendita di azioni, di materie prime, di coppie di valute e di altri strumenti.

L’obiettivo di un trader è generare rendimenti che superino gli investimenti buy-and-hold (ovvero le performance del mercato).

Mentre un investitore può accontentarsi di un rendimento annuo del 10%-15%, un trader cerca un rendimento di almeno del 10% ogni mese.

I profitti dei trader nascono dal comprare e dal vendere indistintamente, lo scopo di un trader è di fare più operazioni in profitto possibile, nel minor tempo possibile.

Mentre gli investitori buy-and-hold (compra ed aspetta), aspettano quando hanno posizioni in perdita, i trader cercano di limitare le perdite e spesso utilizzano ordini di stop-loss protettivi per chiudere automaticamente le operazioni in perdita a un livello di prezzo predeterminato.

I trader utilizzano spesso strumenti di analisi tecnica, come medie mobili e oscillatori stocastici, per trovare operazioni ad alta probabilità di successo.

Lo stile con cui opera un trader si riferisce al periodo di tempo o al periodo di detenzione in cui vengono acquistati e venduti gli strumenti finanziari che utilizza.

I trader generalmente rientrano in una di queste quattro categorie:

  • Trader di posizione : le posizioni sono mantenute per mesi o anni.
  • Swing Trader : le posizioni sono mantenute per giorni o settimane.
  • Day Trader : le posizioni sono mantenute per tutto il giorno
  • Scalper Trader : le posizioni vengono mantenute per secondi o minuti

I trader scelgono il loro stile di trading in base:

  • alla dimensione del conto
  • alla quantità di tempo che può essere dedicata al trading
  • al livello di esperienza
  • alla personalità
  • alla tolleranza al rischio
Condividi il post sui tuoi social

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Riceverai i nuovi articoli e le notizie dalla scuola di trading