Luca Bardolla Trading School™

📖 Fai trading solo su quello che conosci

Un trader deve essere sempre in controllo.

Le operazioni in cui ho guadagnato di più sono quelle in cui sapevo esattamente cosa stavo facendo.

C’è un momento che arriva per tutti quelli che operano sui mercati e che fanno trading, quel momento in cui “riesci a sentire il mercato”, quel momento in cui senti esattamente come si sta comportando il mercato e riesci a identificare ogni singolo zig-zag, ogni singolo minimo e massimo, ogni singolo ciclo del mercato. È un momento che arriva per tutti, ma che ti capiterà forse si è no 3-4 volte in tutta la tua carriera.

Questo vuol dire che un trader non sa mai cosa accade sul mercato? Assolutamente no. Quello che serve per guadagnare in borsa non è saper prevedere la direzione dei prezzi, ma è sapere la struttura di movimento con la quale il mercato prende una direzione ribassista o rialzista. Per guadagnare basta seguire la direzione del mercato.
Neanche Warren Buffet sa prevedere i mercati, nessuno lo sa fare.

Quello che fa un trader e’ essere sempre in controllo, ovvero osserva costantemente uno o più mercati, ma questi mercati non li sceglie a caso.

Un trader opera solo nei mercati dei quali conosce la struttura, il movimento, le caratteristiche peculiari, i mercati correlati, ed agisce quando sa che è il momento più opportuno per farlo.

Questo cosa vuol dire? Vuol dire che prima di tutto un trader ha una profonda conoscenza del mercato sul quale sta operando, ne conosce i movimenti ripetitivi, i prezzi chiave, i modi in cui cambia la sua direzione di macrotrend, il modo in cui riprende ad andare in trend. Insomma, quel mercato un trader l’ha studiato, lo conosce, e questo gli permette di saper correggere i propri errori. Questa e’ la chiave di tutto.

Non e’ difficile capire la direzione di un mercato, e quindi capire la tendenza del prezzo, il problema e’ come operi quando sbagli, come gestisci le perdite, perche’ ti assicuro che prima o poi perderai sul mercato.

La conoscenza del mercato e’ solo un piccolo pezzo, il vero segreto per guadagnare e’ saper gestire le perdite in modo da riallinearsi alla nuova direzione del mercato, e soprattutto, nel saper gestire le perdite la cosa piu’ importante e’ sapere quando rientrare a mercato se si viene sbattuti fuori da esso.

Per poter sapere come correggere i propri errori devi conoscere il mercato sul quale stai facendo trading, perche’ devi sapere come correggere l’operazione, se rientrare a mercato, come farlo, ed avere una serie di conferme tecniche che ti indichino esattamente dove e come rientrare sul mercato.

L’errore piu’ comune che vedo agli inizi, quando uno inizia a fare trading, e’ usare il filtro dell’analisi tecnica e delle candele giapponesi per analizzare ogni mercato allo stesso modo. Supporti e resistenze dappertutto, indicatori strani, mille righe sul grafico senza senso ne’ regole, insomma, agli inizi non si parte con lo studio del grafico. Si parte con lo studio dello strumento.

Se lavori su una valuta, quindi sul Forex, devi sapere cos’e’ la Banca dei Regolamenti Internazionali (Bank for International Settlements), saper leggere i suoi report, saper leggere i volumi di liquidita’ sul mercato dei futures valutari e cosi via …

Se lavori su una materia prima devi conoscere i dati di quella materia prima, devi sapere se ad esempio stai entrando in direzione opposta alla stagionalita’ del mercato, devi sapere come tenere sotto controllo le news riguardanti le materie prime e cosi via…

Dopo, solo dopo, si passa allo studio dei grafici. 

Prima di aggiungere un mercato ai “tuoi profili operativi”, studialo. Guarda se ci sono mercati correlati, guarda e studia come di norma sono composti i suoi macrotrend, quali sono gli elementi e le notizie che influenzano di piu’ quel mercato e cosi via…

L’errore di non valutare i mercati sui quali si opera puo’ portare ad un errore ancora piu’ grave, quello di seguire le notizie che arrivano dai TG e quello di aprire operazioni sui grossi movimenti di mercati mai tradati prima (ed esempio crolla il mercato russo, apri il grafico di USDRUB, provi a vendere rubli, poi apri l’indice russo MOEX e provi a venderlo ).

Questi sono errori gravi che ti portano, se le operazioni vanno male, a non sapere poi come gestire le perdite, questo accade perche’ sei entrato sulla scia del momento.

Ti rimane solo da tenere la perdita ed aspettare le prossime operazioni sperando che vadano bene. Ed un trader non spera mai che le cose vadano bene, sa gia’ quello che fa.

Ascolta e rileggi bene le mie parole. Opera solo sui mercati che conosci.

Vuoi tradere piu’ mercati? Studiali e poi operaci.

Al tuo successo.

Luca  🙂

Condividi il post sui tuoi social

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Riceverai i nuovi articoli e le notizie dalla scuola di trading